Di venerdì a Sona scegli la cultura. “La montagna si proietta in collina” e il “Cineforum” (a Lugagnano)

Purtroppo sono concomitanti, ma per fortuna ci sono. Non è un indovinello, è quello che accade: i venerdì c’è la rassegna (storica) di cineforum a Lugagnano e la rassegna (storica) di eventi legati alla montagna a Sona.

Schermata 2016-01-12 alle 08.48.46

 

Il primo è partito con la proiezione di “American Sniper” in una sala K3 a Lugagnano gremitissima. Un film bellissimo che è la vera storia di Chris Kyle, un navy seal che opera come cecchino durante la guerra americana in Iraq. Un film da vedere e rivedere, visto il realismo scenografico e di racconto del regista Clint Eastwood. Il programma complessivo curato dal circolo Noi di Lugagnano è ricchissimo: il prossimo venerdì c’è “Se Dio vuole”.

Venerdì 22 gennaio parte anche “La montagna si proietta in collina”, rassegna che quest’anno ha messo assieme oltre a racconti, film e documentari, anche il teatro sulla montagna. E che teatro! Lo spettacolo (S)legati, il 29 Gennaio, stupendo racconto di una storia vera di scalata, interpretato sulla scena da due attori che trasmettono un pathos di un’intensità rara.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta: al venerdì a Sona c’è scelta di cultura.

 

 

La biblioteca di Sona apre fino a notte e nei festivi. Dal 5 ottobre.

Si inizia. La biblioteca di Sona dal 5 Ottobre prossimo aprirà fino a notte e nei festivi, grazie a volontari giovani e adulti che hanno dato la loro disponibilità a questo servizio.

IMG_5742

Gli orari di apertura extra saranno consultabili in questa pagina Facebook https://www.facebook.com/bibliosonaextra che settimanalmente sarà aggiornata.

Il tempo di apertura extra è destinato allo studio o alla lettura silenziosa. Si possono anche consultare tutti i libri e le riviste presenti. Al termine, basta riporle nel posto preciso da dove si sono prelevate oppure lasciarle sul tavolo. Non è previsto che si possano fare prestiti durante il tempo di apertura extra.

Durante l’orario extra in biblioteca possono entrare i ragazzi fino a 29 anni redenti nel Comune. Ma anche qui vige il buon senso: se avremo richieste da parte di altri, le esamineremo per venire incontro il più possibile alle esigenze di chi vuole studiare o leggere in santa pace. Le regole devono essere a servizio delle richieste della comunità, e non viceversa.

Se volete aggiungervi ai volontari, basta contattarli una sera di apertura. Non serve un impegno di mesi: si può anche dare il proprio contributo per un periodo limitato di tempo (almeno un mese). Ognuno in base alle proprie disponibilità.

Questa nuova sfida ha inizio: sfruttiamo l’occasione!